Sapevo che Miami era una città bilingue, per via della massiccia presenza di cubani e altri latinoamericani, ma il mix multiculturale che ho trovato in città mi ha veramente affascinata.

Affianco alle tipiche immagini “made in USA” del lungomare di Miami Beach, delle auto di grossa cilindrata e delle catene di fast food c’è una Miami cubana, storica, che conserva il suo carattere in modo apparentemente intatto. Ci sono vari quartieri a maggioranza latina, nei quali l’inglese non è la lingua veicolare; nei ristoranti si mangia ropa vieja, vaca frita, carne con riso, fagioli, yucca e platano. E per il dopo cena mojito, daiquiri e margarita!

La migliore esperienza per me è stata senza dubbio al ristorante Versailles:

https://www.versaillesrestaurant.com/